Misilmeri News

Notizie del comprensorio misilmerese.

Il Coinres sospenderà la raccolta dei rifiuti.

Posted by gpcorso su 7 marzo 2008

arancia.jpgIl Coinres sospenderà il servizio di raccolta rifiuti a partire da domenica 9 marzo. Questo il contenuto della lettera che si trova nelle scrivanie del prefetto Giancarlo Trevisone e dei sindaci dei 22 comuni del Palermitano che fanno parte dell´Ato Palermo 4.
A determinare il nuovo blocco è ancora una volta la situazione finanziaria del Coinres, vittima di una spirale drammatica. Non sono andate in porto, infatti, le trattative con l´Amia per mettere fine al pignoramento di 7,5 milioni di euro: il piano di rientro dal debito presentato dal Coinres (1,5 milioni entro il 31 marzo e otto rate mensili da 750mila euro) non ha convinto la società palermitana, dunque i conti correnti del consorzio restano al momento bloccati.

La trattativa. In vista dell´esplosione di nuova emergenza rifiuti, i sindaci hanno chiesto al Prefetto una riunione urgente insieme ai rappresentanti del Coinres e dell’Agenzia regionale per i rifiuti. Gli sforzi saranno tutti concentrati a convincere i manager dell´Amia a sospendere il pignoramento, facendo in modo che il Coinres possa pagare dipendenti e fornitori per potere continuare a svolgere il servizio. Ammesso che si riesca a trovare un accordo – ipotesi al momento tutt´altro che scontata – i problemi non sarebbero comunque risolti. I sindaci, infatti, hanno già detto no alla richiesta di ripianare il debito mettendo mano alle casse comunali: «Le somme che il Coinres ci chiede – afferma il sindaco di Santa Flavia, Antonio Napoli – riguardano il conferimento dei rifiuti nella discarica di Bellolampo, un servizio che fa già parte del contratto tra i comuni e il Coinres». Sarebbero disponibili, invece, alcuni milioni di euro ancora dovuti per il servizio svolto negli ultimi mesi dello scorso anno, ma finché i conti correnti del consorzio resteranno bloccati nessuna somma potrà essere trasferita.

Doppia catastrofe. Con il Coinres ormai ad un passo dal dissesto, si inizia a pensare a quali soluzioni adottare per evitare i cumuli di immondizia sulle strade. Alcuni Comuni potrebbero chiedere di gestire in proprio il servizio di raccolta rifiuti, affidandosi a ditte private. «Ma per il momento vogliamo continuare a cercare una soluzione – dice Napoli – Il Coinres ha circa trecento dipendenti e altrettante famiglie da salvaguardare. Il vero rischio, oltre all´emergenza sanitaria, è quello di una catastrofe sociale».

fonte 9001.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: