Misilmeri News

Notizie del comprensorio misilmerese.

Il Coinres nella bufera

Posted by gpcorso su 5 gennaio 2008

imag0004.jpg“L´esperienza degli ATO Rifiuti in Sicilia è stata fallimentare”. Un duro attacco al consorzio che gestisce la raccolta dei rifiuti nel territorio bagherese e nei comuni limitrofi è stato lanciato dal coordinamento politico del Partito Democratico. In particolare le accuse sono rivolte al Coinres – consorzio che gestisce il servizio in 22 comuni della provincia di Palermo tra cui Bagheria – e riguardano la qualità dei servizi e la struttura del Consiglio di Amministrazione, del quale vengono chieste le dimissioni in blocco. Il documento giunge proprio mentre arriva la notizia di 120 nuovi dipendenti assunti dal Coinres per mezzo di un´agenzia interinale, tra i quali – secondo quanto denunciato dal deputato regionale del Pd, Pino Apprendi – vi sarebbero numerosi parenti diretti di amministratori e consiglieri comunali del comprensorio.

Nel corso degli ultimi anni – afferma il Pd bagherese in una nota – tutti gli ATO siciliani “hanno accumulato debiti con le aziende del settore per centinaia di milioni di euro e hanno raggiunto livelli qualitativi molto deludenti, con percentuali molto irrisorie nella raccolta differenziata dei rifiuti”.

Come previsto dalla normativa nazionale e regionale – fa notare il Pd – il Consiglio di Amministrazione dovrebbe essere composto da un minimo di tre fino ad un massimo di cinque componenti, ma nel consorzio palermitano militano invece nove componenti, alcuni dei quali con carica di amministratori. Fra questi figurano l’assessore provinciale Raffaele Loddo e alcuni sindaci, tra cui il primo cittadino di Bagheria, Biagio Sciortino.

“Il Pd ribadisce che sono opportune le dimissioni dell´attuale Consiglio di Amministrazione e la nomina di un nuovo CdA composto da tre tecnici” – si legge nel documento – che abbiano come priorità la creazione di un nuovo piano industriale, un maggiore interesse per la raccolta differenziata, la riscossione diretta della tassa o tariffa sui rifiuti e un’attenta analisi dei costi che possa consentire al consorzio di economizzare le risorse disponibili e al tempo stesso ridurre i costi che gravano sui cittadini e sulle amministrazioni comunali. Chiesta anche la costituzione di un osservatorio di cui facciano parte i rappresentanti delle associazioni e delle forze sociali bagheresi.

Ma secondo l´assessore provinciale nonché presidente del Coinres, Raffaele Loddo, il servizio rifiuti nei 22 comuni palermitani funziona meglio di altre zone della Sicilia. I 120 nuovi assunti – spiega – serviranno proprio a migliorare la raccolta differenziata. E sulla possibilità che tra i nuovi dipendenti vi siano parenti di politici, replica: “Dei nomi scelti è responsabile solo l´agenzia di lavoro interinale che ha svolto per noi le selezioni. Se nel lungo elenco è finito qualche nome eccellente io non posso saperlo”.

Anna Corsaro

dal sito http://www.90011.it/

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: