Misilmeri News

Notizie del comprensorio misilmerese.

Padre Turturro. Un testimone ritratta le accuse.

Posted by gpcorso su 28 novembre 2007

turtutrro.jpgUn ragazzino del Borgo spiega, durante il processo, di essersi inventato di avere assistito ad uno degli episodi di abusi addebitati all’ex parroco di Santa Lucia. Anche la madre fa lo stesso. A seguire l’articolo pubblicato oggi su Avvenire da Alessandra Turrisi.

Colpo di scena al processo che vede im­putato don Paolo Turturro, accusato di molestie sessuali su due bambini. Ieri mattina, davanti ai giudici della seconda se­zione del Tribunale di Palermo, presieduta da Antonio Prestipino, il testimone oculare delle presunte violenze dell’ex parroco di Santa Lu­cia al Borgo Vecchio ha ritrattato le sue dichia­razioni.
  Il giovane, tuttora minorenne, che nel 2000 a­vrebbe assistito all’episodio più grave tra quel­li contestati a don Turturro, è stato sentito per la prima volta in aula, cambiando la sua ver­sione dei fatti, affer­mando che le sue dichiarazioni prece­denti «sono false».
  Il sacerdote, per molti anni anima di uno dei quartieri più poveri e degra­dati della città, ad alta densità mafio­sa, è accusato di due episodi di violenza sessuale su due mi­nori che all’epoca dei fatti frequenta­vano la parrocchia e l’associazione ‘Di­pingi la pace’. Il giovane, nel corso delle inda­gini preliminari, aveva detto di aver visto don Turturro commettere le molestie su un bam­bino che all’epoca era suo coetaneo. Il pm A­lessia Sinatra ha contestato al sedicenne le pre­cedenti dichiarazioni, ma il teste non ha forni­to alcuna spiegazione della sua ritrattazione. Anche la madre del teste ha smentito le proprie dichiarazioni rese durante l’audizione davanti alla polizia e al pm, in fase di indagini. Don Tur­turro, difeso dagli avvocati Ninni Reina e Vin­cenzo Gervasi, ieri ha rinunciato a presenziare al processo, proprio per non mettere in diffi­coltà il giovane teste. La prossima udienza si terrà il 22 gennaio 2008.
  Le nuove dichiarazioni di uno dei teste po­trebbero avere, dunque, un peso notevole nel­la continuazione del processo, cominciato nel maggio 2005. Il sacerdote, noto per il suo ca­rattere vulcanico, autore di poesie, di numero­se iniziative contro la violenza e per il recupe­ro sociale dei minori, ha sempre manifestato grande serenità durante la sua vicenda giudi­ziaria, e fiducia nella giustizia. Per tre anni e due mesi don Turturro è stato costretto a non mettere piede a Palermo, ma esattamente un anno fa il tribunale ha revocato il divieto di sog­giorno, e l’ex parroco è tornato nel capoluogo siciliano.

 Alessandra Turrisi

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: