Misilmeri News

Notizie del comprensorio misilmerese.

Padre Francesco Belluzzo.

Posted by gpcorso su 4 settembre 2007

Padre Francesco Belluzzo è nato il 21-07-1949 ad Altissimo in provincia di Vicenza, da papà Luigi e da mamma Marcella.
Piccolissimo si trasferì con la famiglia nel Lazio (Poggio Mirteto in Sabina) dove i suoi genitori facevano i contadini.
Dopo pochi anni si trasferirono al Divino Amore perché il papà aveva trovato lavoro in un’azienda agricola. Il proprietario, il marchese di Rocca Giovine, aveva organizzato una piccola scuola elementare per i figli dei braccianti, e Francesco spiccava per la sua intelligenza tanto che le maestre, parlando con il marchese, dicevano che era un peccato farlo smettere di studiare! Allora il marchese propose ai genitori di mandarlo in collegio per permettergli di proseguire gli studi; così con l’aiuto del fratello del marchese, monsignor Rocca Giovine, Francesco fu presentato al rettore dei padri vocazionisti di Roma che lo accolse amorevolmente all’età di undici anni. Dopo due anni Francesco  scelse di rimanere con i padri vocazionisti, e nel 1963 entrò in seminario. Il 29 giugno 1974 nel santuario del Divino Amore, Francesco fu ordinato sacerdote, e ivi il giorno successivo celebrò la sua prima messa. Nell’agosto del 1975, nel paesino di Portella di Mare, una frazione di Misilmeri (Palermo) arrivò un giovane sacerdote di 26 anni che, con la sua chitarra e il suo carisma, richiamò alla fede molti figli dispersi. L’evangelizzazione di padre Francesco non si esauriva alla parrocchia, ma anche a molti paesi vicini, dove fondò i gruppi di R.n.S. Fu una ventata di Spirito che investì tante e tante persone. Nove anni dopo il suo superiore lo trasferì a Pianura (Napoli); poi a Varenna (Como); in seguito a Bovino (Foggia); come rettore ad Anagni (Frosinone); e tre anni fa fu ritrasferito a Napoli nella parrocchia del Sacri Cuori di Gesù e Maria da dove il Padre lo ha richiamato a sé la notte del 1 agosto 2007.

Tutto quello che ha predicato e l’amore che ha riversato in chi ha avuto la possibilità di conoscerlo non sarà mai dimenticato.GRAZIE PADRE FRANCESCO,
PERCHE’ CI HAI CONDOTTO A GESU’.
Un piccolo aneddoto.
Alle elementari la maestra fece fare agli alunni il classico pensierino:”Che cosa vuoi fare da grande?”
Francesco rispose:”Il medico per curare i corpi o il sacerdote per curare le anime”.
Davvero una vocazione in erba!
 

Grazie al blog di Filly http://blog.libero.it/49pfrancesco/3123123.html

COLORO CHE HANNO FOTO, TESTIMONIANZE, RICORDI DI P. FRANCESCO E VOGLIONO INVIARLE, LO FACCIANO ALL’INDIRIZZO gpcorso@tele2.it

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: